Vertigini e faccette estetiche. Ci può essere ‘connessione’?

Vertigini e faccette estetiche. Ci può essere 'connessione'?

Buonasera,

sono a chiedere aiuto per dei sintomi che mi perseguitano e mi stanno rovinando la vita da metà maggio 2013.

Abito a Bologna ho visto il vostro nominativo su un sito di Gnatologia, ma non ho visto riferimenti su Bologna. Avete studi e medici consociati nella mia città?

Vi spiego brevemente cosa mi è accaduto. Improvvisamente dopo la metà di maggio ho incominciato a soffrire di vertigini fortissime camminando a piedi, tanto da non riuscire ad attraversare la strada. Le vertigini erano accompagnate da forti tachicardie sinusali. Nel frattempo percepivo dolori al collo imputati da tutti inizialmente come un irrigidimento dato dalle vertigini.

Ho effettuato prima esami del sangue per verificare tiroide, ferro  e elettroliti. Esami perfetti.

Ho effettuato tutti gli esami cardiaci ECG, ECG sotto sforzo, ecocardio, holter, ecodopler ai tronchi sovraortici. Nulla da segnalare (ho un prolasso minimo della mitralica già sotto esservazione dal 2004, ma definito tanto frequente quanto innocuo  nelle donne della mia altezza 1,78). Quindi, in sintesi, nulla neppure nel settore cardiologico.

Mi sono sottoposta a visita da otorino che ha riscontrato una  ipoacussia sui toni alti (ho 49 anni): non è stata riscontrata nessuna sindrome tipo labirintite.

Intanto i sintomi si facevano più forti e sempre più' invalidanti. Nel frattempo è comparso un acufene  fisso all'orecchio destro.

Poiché molti dei medici sospettavano un'origine ansiosa sono andata da uno psichiatra, il quale mi ha mandato via dicendo di cercare l'origine fisica.

Ho effettuato una vista neurologica in cui nulla è stato riscontrato.

Nel frattempo ho effettuato sedute di agopuntura, e menomale!! Perché con l'agopuntura si sono slegati i fenomeni delle vertigini ancora presenti e sono andati attenuandosi le tachicardie. Ho quindi incominciato a notare che le vertigini erano spesso legate ai movimenti del capo e del collo in particolare, che continuava a dolermi e farmi male. Detto a tutti medici ma mai presa in considerazione.

Ho effettuato nuova visita da otorino il quale ha sospettato (veramente l'aveva dato per certo) neurinoma dell'ottavo. Ho quindi effettuato Risonanza magnetica cerebrale e visto che il collo mi faceva male ho detto "già che pago io faccio pure quella cervicale". Nessun neurinoma dell'ottavo ma un protrusione tra c4 e c5 che però  è stata giudicata non possibile causa dei sintomi ovvero vertigini, acufene, dolori cervicali al quale si è aggiunto un click mandibolare sempre dalla parte destra dove ho l'acufene.

A questo punto un mio amico non medico mi ha chiesto: scusa ma non è che a maggio hai avuto un trauma cervicale o ai fatto qualcosa ai denti? Eh si... proprio così!! Il 14 maggio ho montato delle faccette estetiche. Per altro il provvisorio messo dal dentista si era bloccato e per tre ore, è stato a spingere e tirare come un matto per toglierlo tanto che, dopo 4 ore complessive (un po' tante per sfilare un provvisorio dagli incisivi superiori e mettere delle faccette in ceramica) non muovevo la spalla destra. Mi sono data del voltaren e ho detto: "beh passerà".

Con l'indicazione non medica prima sono andata da un fisiatra che ha riscontrato rachide cervicale rigido, contrattura suboccipitale e paralvertebrali, mal occlusoni con rotazioni cervicali migliorate da occlusioni centrate (2 rotolini di garza tra i denti posteriori)  e sindrome para vertiginosa (ondeggio io non ruotano gli oggetti mi ha spiegato). Mi ha prescritto della fisioterapia e di investigare sulla mal occlusione.

Mi sono procurata, non con fatica, l'ultimo calco fatto dal dentista e ho cercato uno Gnatologo a Bologna. Cosa affatto non semplice. Non si capisce chi sia veramente esperto di Gnatologia.

Il medico che ho trovato si è accorto che le faccette (maledette) fatte in laboratorio sono troppo spesse (sono parzialmente anche sul retro dei denti) e creano spessore con i denti inferiori. Si è inoltre accorto che l'arcata inferiore è bloccata ovvero non scorre in avanti. In pratica non riesco neppure sforzandomi ad anteporre i denti inferiori ai superiori. Non avrebbe però notato una mal occlusione nel vero senso della parola, ovvero secondo lui i molari chiudono. Secondo me no. Io sento chiudere a sinistra ma rimanere più scostati i denti a destra. Secondo lui è quindi colpa delle faccette che oltre ad essere spesse hanno chiuso spazi interdentali che mi consentivano un corretto movimento. Secondo lui dovrei prima di tutto mettere un bite superiore e poi procedere a ricontrollare i movimenti eventualmente rimuovendo e rifacendo le faccette che coprono i 4 incisivi superiori e il canino (messe per esigenze estetiche: ho gli incisivi centrali devitalizzati dall'età di 17 anni).

A parte il costi assurdi già affrontati fino ad ora e quelli che mi vengono prospettati, vorrei avere più pareri in merito e inoltre mi è stato detto che il bite in questi casi va messo sull'arcata inferiore: insomma  sto diventando matta da quasi un anno con sintomi fortissimi a cui negli ultimi giorni si è aggiunto un dolore alla mandibola destra quando mastico (parte con un dolore secco, poi diventa un formicolio come se perdessi di sensibilità per alcuni secondi).

Avete un nominativo su Bologna da fornirmi? Potrei venire a Milano ma le mie vertigini e tutti gli altri sintomi si devono pure conciliare con il lavoro che (con sforzi sovrumani ho cercato di proseguire). Insomma ho bisogno di aiuto e anche in fretta. Ormai direi che si potrebbe parlarle di qualcosa di simile alla sindrome di Costen se qualcuno si degnasse di farmi una diagnosi precisa!!

Avrei anche bisogno di capire come intervenire: rimuovere le faccette è una parola! I denti sotto sono limati. Rifarle? Mettere il bite? Ma possibile che nessuno sappia darmi un'indicazione certa? Stavo benissimo il 14 maggio, mi montano ste cavolo di faccette e il 22 (me lo ricordo perfettamente perché è il mio onomastico ) non stavo in piedi dalle vertigini!!!

Per favore, per favore aiutatemi!! Datemi un'indicazione.!!! Sono di tempra forte, ma francamente non ce la faccio più....

Aspetto una vostra risposta. Per favore ditemi un centro a cui posso rivolgermi. Il nome di uno Gnatologo su Bologna.

Vi ringrazio anticipatamente e mi scuso se mi sono dilungata.

[...]

Risposta
Author Info

Dott. Giorgio Chiogna

Dott. Giorgio Chiogna, PRESIDENTE e SOCIO FONDATORE di A.G.O. o.n.l.u.s. (Associazione Gnatologica Odontoiatrica) Specializzato in ODONTOSTOMATOLOGIA e GNATOLOGIA