Il modello gnatologico - Modello articolazione

Il modello gnatologico

In quell’impero l’Arte della Cartografia aveva raggiunto una tale perfezione che la Mappa di una sola Provincia occupava tutta una città, la Mappa dell’Impero tutta una provincia.
Col passare del tempo, queste Mappe Smisurate non soddisfecero più, e i collegi di Cartografi tracciarono una Mappa dell’Impero che aveva la dimensione dell’Impero e coincideva puntualmente con esso [...] [...] in tutto il Paese non v’è altra reliquia delle Discipline Geografiche.

Borges e Cesares, Racconti brevi e straordinari.

Questa premessa per osservare e ragionare circa il fatto che uno strumento diagnostico deve semplificare la realtà per essere utile.

Le sintomatologie algico-disfunzionali correlate ai disordini dell’articolazione temporo-mandibolare sono l’oggetto di studio della gnatologia. La gnatologia usa l'occlusione dentale come terapia dei disordini dell'articolazione temporo-mandibolare e questo “uso” non è il risultato della definizione chiarita e universalmente intesa di occlusione fisiologica da cui derivare un comune progetto terapeutico per correggere l’occlusione del paziente e riportarla alla norma.

L’odontoiatria protesica è arrivata alla definizione schematica di normo occlusione nei termini di rapporti angolari che legano l’angolo dell’eminenza al piano occlusale e all’angolo interincisale per ottimizzare l’angolo di disclusione migliorando le capacità di taglio e riducendo il carico occlusale (R.Slavicek). Queste "norme" informano il criterio di ricostruzione protesica e la ceratura sequenziale: ceratura dentale guidata da norme geometriche eufunzionali per rispettare nel ciclo masticatorio la roto traslazione condilo discale fisiologica come derivata della condilografia programmativa.

Questa norma rototraslatoria informa l’approccio terapeutico in ortodonzia come causa del meccanismo fisiopatologico da cui derivano degli “errori” nei rapporti scheletrici intermascellari.

Lo sforzo culturale che ha portato a questa semplificazione è dovuta alla collaborazione culturale in campo odontoiatrico del Prof. Rudolf Slavicek (Austria) e del Prof. Sadao Sato (Giappone). Questa semplificazione ha creato la gnatologia moderna geometrica.

Resta la necessità di raccogliere una storia clinica per interpretare le eventuali sintomatologie algiche come risposta neuro motoria ad indicazioni occlusali geometriche errate. Questo è ciò di cui ci stiamo occupando in questa fase di sviluppo della scienza gnatologica.

Author Info

Staff A.G.O.

A.G.O. Onlus è un'associazione no profit che si occupa di divulgare la conoscenza gnatologica in Italia.