Odontoiatria Low Cost

Odontoiatria low-cost? Non scherziamo!

Lo spettro dell'odontoiatria Low-Cost

Teniamo presenti, perché interessano molto questa situazione, certe cose elementari. La società esige dal libero professionista capacità molto speciali, relativamente infrequenti. Ma c’è di più. Talento e vocazione sono grandezze variabili. C’è un massimo e un minimo di talento, c’è un massimo e un minimo di vocazione. Ciò implica che nella libera professione gli individui appaiano gerarchizzati difronte alla società. Questa non solo ha bisogno di un medico, ma di un buon medico e, se è possibile, del migliore medico. Non basta, quindi, al libero professionista di esercitare la sua attività con un minimo di sufficienza per sperare che la società lo accetti e sostenga. In ogni professione liberale si verifica una lotta per il prestigio sociale tra gli individui che la servono. In alcune professioni questa lotta è estrema perché la differenza del potere sociale tra il grande medico, il grande artista, il grande scrittore e altri colleghi è enorme. E qui inciampiamo già con il fatto estremamente importante che il carattere generale del nostro tempo, le tendenze predominanti oggi nella società possono influire disastrosamente sulle professioni liberali. Perché ,se continua a predominare la manìa di egualitarismo che oggi domina la vita storica ,accadrà-ed è cominciato già ad accadere-che nella professione liberale stessa i meno dotati cercheranno appoggio nello Stato perché questo irreggimenti la professione, in modo che tutti quelli che la esercitano restino collocati socialmente, e questo significa economicamente, allo stesso livello. Io non ho conoscenza di quale spirito domini questa Associazione, ma devo dire che in altre nazioni le associazioni simili propendono energicamente a procurarsi questo livella mento. Questa osservazione, che è tanto ovvia, ci dice chiaramente come la professione liberale è per sua natura così vulnerabile che può essere danneggiata facilmente anche dalle stesse persone che la esercitano. Non vi è in effetti, a causa del tipo antropologico dei suoi membri e del carattere della sua attività, una funzione più delicata nel corpo sociale…… . Sicché sembra un miracolo storico che queste professioni abbiano raggiunto la perfezione che oggi possiedono……… in questi mutamenti del prestigio sociale influisce in modo particolare, non c’è bisogno di dirlo, il grado il grado di considerazione che l’attività in questione gode nella società.
(Conferenza tenuta a Bad Bull Giugno 1954 da José Ortega y Gasset)

 

Con questa premessa vorrei stimolare il dibattito.

La nascita dell'odontoiatria low cost è stata preceduta dalla perdita di prestigio della professione odontoiatrica e delle professioni in genere, per l’egualitarismo imperante, della serie "siamo tutti uguali", e nel caso dell’odontoiatria, è avvenuta per riduzionismo tecnicista. Il decreto Bersani liberalizzando la pubblicità in campo sanitario ha permesso a imprenditori di realizzare il prestigio delle strutture odontoiatriche da loro create condotte da professionisti pagati 7€ l’ora meno trattenuta del 20%. Questo è stato preceduto dalla sanità pubblica in cui il professionista non si può scegliere e l’efficienza dell’organizzazione ospedaliera sostituisce la fiducia personale del singolo operatore. L’aumento della conflittualità medico-legale nella sanità ospedaliera ha spinto alla parcellizzazione delle mansioni alla creazione di protocolli “statali” e la chirurgia è diventata endoscopica seguendo la logica: restringo il campo la competenza e riduco la conflittualità e riduco il potere dello specialista oggi scelto su selezione politica, perché tanto tutti siamo uguali (in Italia).

In odontoiatria il divaricarsi delle specialità ha spinto per la fine degli studi monoprofessionali e per la creazione di strutture complesse aggregate da criteri gestionali. In questi contesti la gnatologia esiste come specialità secondaria ridotta a bite che si può inserire in qualsiasi intervento odontoiatrico precedente e seguente. La gnatologia come clinica odontoiatrica dovrebbe precedere qualsiasi intervento odontoiatrico e guidare coordinando il team odontoiatrico. La gnatologia esiste negli ultimi studi mono professionali in cui lo gnatologo stesso esegue le varie procedure odontoiatriche seguendo un'unica linea guida. Perché in effetti la gnatologia e l’odontoiatria coincidono e la nascita stessa del termine gnatologia è espressione di decadenza culturale in campo odontoiatrico: non avrebbe potuto e dovuto esistere pratica odontoiatrica senza una guida “clinica” e la gnatologia ha assunto il ruolo che era interno all’odontoiatria. La proletarizzazione della professione odontoiatrica, quindi, passa attraverso l’implosione culturale di cui la gnatologia è il risvolto positivo; qualcuno i disturbi di origine occlusale doveva comunque curarli ma, mano a mano che la coscienza di che cos’è la gnatologia si andava affermando, calava il prestigio del dentista per cui alla fine i grandi capitali lo hanno fatto scomparire come figura professionale inglobandolo in strutture complesse che hanno assunto il prestigio che gli era proprio e trasformandolo in operaio a partita IVA a 7€ l’ora meno trattenute. La Gnatologia resisterà se si impone come professione: ”fino a quando?”. Fino a quando di questa scienza complessa si farà una banalità risibile.

Dott.Giorgio Chiogna, presidente A.G.O.

Author Info

Dott. Giorgio Chiogna